Mai più paura

Si racconta che
le sue piccole mani
stringevano forte un sogno
mentre tutto intorno
c’era il silenzio assordante
di mille parole vuote e inutili.

Si racconta che
i suoi occhi innocenti
avevano già visto abbastanza dolore
e non c’era nessuno
in grado di spiegare
perché fosse tutto così difficile.

Si racconta,
ma non si può dire,
che chi non prova sentimenti
non ha un cuore e non può capire,
perché infondo è già morto
ma non lo sa.

Si racconta che
a volte anche i cattivi piangono
ma pensano che sia debolezza
e hanno continuamente bisogno
di dimostrarsi forti
per non restare sopraffatti.

Si racconta,
ma non lo sapremo mai con certezza,
che quel sogno
stretto da quelle piccole mani
è il posto dove finalmente
nessuno avrà mai più paura.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Se guardi me

Il respiro sospeso
sopra mille parole.
E le mani tremanti
che non riesco a fermare.

Mentre abbraccio il sole
che riscalda come gli occhi tuoi,
se guardi me.

È spuntato un sorriso
che mi ha preso per mano,
si diverte a portarmi in un posto lontano.

Dove abbraccio il sole
che riscalda come gli occhi tuoi,
se guardi me.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Il tempo

Chi ha visto passare il tempo?
Le lancette di un orologio?
Il lento cammino degli astri?
Chi vede il passare del tempo?

Chi se non il battito del cuore con la vita che gli scorre dentro?
Puoi guardare le tue mani per scoprire che il tempo porta con se ogni cosa.
E la porta troppo lontano per ritrovarla o per ricordarla.
Chi può fermare il tempo?

Una fotografia che si ingiallisce e si consuma?
Un’immagine catturata da un dispositivo che resta intrappolata nella scintilla di un impulso elettrico?
E fino a quando potrai vederla?

Anch’essa si perderà nel tempo con il suo ricordo.
E il nostro amore?
Oh, questo si che resterà per sempre!
Resterà intrecciato nei tessuti infiniti del tempo.

Abbraccia il tempo stesso come l’edera fa con l’albero.
Perché?
Perché è d’amore che il tempo va imbastendo la sua trama.
E’ d’amore che il tempo va imbastendo la sua trama.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

La chiave

Sul comodino uno scrigno chiuso a chiave,
un piccolo forziere che racchiude un tesoro,
so bene il contenuto ma non so che cosa farci
lo davano in regalo senza chiave per aprire.

Ha il potere di assorbire e catturare i tuoi pensieri,
ne rimangono rinchiusi e certe volte fan rumore.
Se lo scuoti con le mani sembra vuoto e senza peso
tanto che non sai che farci sembra solo da buttare.

Hai scoperto la mia anima guardandomi negli occhi,
mi hai detto: “sono io, anche se non mi conosci”.
Hai trovato in me una chiave, mi guardavi e non parlavi,
ha aperto quello scrigno liberando il contenuto.

C’eri tu ed il tuo futuro che aspettavano pazienti.
Tutti i sogni accantonati in attesa di volare.
Ora insieme costruiremo tutto ciò che sognavamo,
sarà nostro tutto quello che potremo realizzare.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Ricordo

C’era sempre il sole caldo lassù
e cicale rumorose ad attenderci.
La sua ombra ci aspettava e noi
giocavamo imitando i nostri eroi.

Uno spazio immenso davanti a me
dove rincorrevo i sogni che non ho più
e capisco solo ora cos’è
quella voglia che cresceva nell’anima.

E vorresti ancora vivere
ma forse non lo sai,
in quell’emozione fragile
ma non sai più chi sei.

Perché non andranno mai via da noi
quei ricordi che ogni tanto ritornano,
quando meno te lo aspetti vedrai
che un sorriso dalle labbra ti strappano.

E vorresti ancora credere
ma forse non lo sai,
in quell’emozione fragile
se non sai più chi sei.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Salite

Ho dipinto migliaia di stelle
con parole che non so spiegare,
si racchiudono dentro un sospiro
e si sciolgono come la neve.

Son rimasto stupito a gustare
il sapore del tempo che va,
cancellando dai giorni avvenire
tutto ciò che non conoscerò.

Passerò silenzioso e distratto
tra gli sguardi che non hanno voce,
sentirò tutto il peso dei gesti
che nessuno mi racconterà.

Alla fine di questa salita
una nuova salita farò,
ma di certo non sarò mai stanco
se con te ora l’affronterò.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Volerà

Stringi con le mani fragili
l’anima,
che guarirà.

Dalle insicurezze di quei sogni infranti che
formano,
questa realtà.

Senza far rumore la paura se ne andrà
e tra le tue braccia quel dolore passerà.

Adesso che,
volerà,
senza cadere.
Ti darò
anche le stelle,
vedrai.

Costruiremo la felicità
certi che
mai finirà.

Tutta la tristezza del passato svanirà,
sentirai
la libertà.

E volevo dirti che sei tu quel sogno che
Non avrei creduto mai di poter vivere.

Adesso che
volerà
senza cadere.
Ti darò
anche le stelle,
vedrai.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Girasoli

Camminando con la mente
in un campo di girasoli,
sfioravo con le dita
mille petali leggeri.

Con il sole dorato alle spalle
ed il giallo splendore negli occhi,
respiravo nell’aria pulita
un sapore che resta nel cuore.

Camminando tra quei girasoli
che sembrava guardassero me,
alla fine trovai solo terra
mi voltai per capire il perché.

Non è me che guardavano quieti
sorridendo col viso splendente,
ma a quel sole che scalda la vita
e che illumina i nostri pensieri.

Son rimasto incantato a guardare
per un attimo anch’io girasole,
riscaldato da quel suo tepore
sensazione che non so spiegare.

Hai seguito paziente i miei passi
arrivando davanti ai miei occhi
e da li hai guardato il riflesso
di quel sole che scalda la vita.

Ma quel sole non resta mai fermo
e spostandosi dietro di me,
lo vedrò se ti guardo negli occhi
e così sarò sempre con te.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Lacrime di gioia

Era nascosto li infondo
dietro a un bambino che non rideva più.
L’ho trovato una notte d’inverno
quando tutto sembrava finito.

Aspettava da tempo chiuso nel suo dolore
tormentato e perso dentro se stesso,
per trovare il significato
di tutto quell’infinito vagare.

Era nascosto proprio li dietro,
dietro quegli occhi che sognavano.
L’hai trovato per caso
quando tutto sembrava finito.

La felicità con le sue lunghe assenze
percorre strade così ampie di dolore
e poi arriva all’improvviso
regalandoti lacrime di gioia.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Catene

Ero io a perder tutto
in quel gioco senza senso,
ho strappato le tue ali
nascondendo la mia faccia.

Costruivo la mia colpa
dietro quei sorrisi tristi,
soffocavo la realtà
per morire al posto tuo.

E poi trappole nel cuore
e un pensiero fisso in mente,
scivolava via la vita
senza rendermene conto.

Finché tu non mi hai svegliato
da quell’incubo infinito,
liberando la mia vita
riprendendo le tue ali.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Le parole del cuore

E siamo qui,
nudi come le stelle nel cielo limpido
che solo le nuvole possono coprire.

E siamo belli,
con i nostri sentimenti profondi,
puri come l’acqua che esce da una fonte.

Possiamo sentire il tempo che scorre dentro di noi
e non riuscire a fermarlo,
per capire di cosa sono fatti i momenti felici.

E ti chiedo aiuto,
aiutami
a leggere le parole che pronuncia il mio cuore tremante.

Quando chiudo gli occhi e ti cerco,
mentre la luce di questo sole viene sopraffatta dalle tenebre
e la voce della notte ci troverà soli.

E nonostante tutto ci saremo,
veri come il cielo dell’estate,
che solo la pioggia farà piangere.

Saremo forti come le maree,
che nessuno le può fermare,
bagneremo di giorni felici la nostra vita.

Porteremo come trofeo i nostri ricordi
per capire come siamo diventati quello che siamo
e contemplare l’eco delle nostre lacrime.

E ti chiedo aiuto
aiutami
a leggere le parole che pronuncia il mio cuore tremante.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Credi

Credi nelle lacrime
capaci di cambiarti,
che bagnano i pensieri
lasciando acceso il cuore.

Credi agli occhi puri
di chi ti guarda dentro
e sente ciò che provi
perché ti vuole bene.

Credi negli abbracci
più forti del dolore,
che cambiano la vita
facendoti volare.

Credi nei sorrisi
sinceri come il sole,
che sbocciano spontanei
in chi ti sa capire.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Libertà

Sboccia un fiore
delicato e fragile,
da tempo soffocato
da troppo tempo oppresso.

Lacrime che sono linfa,
oggi amare,
domani vita,
colonne del tuo futuro.

Un nuovo pensiero,
un idea prende forma.
Una forza sconosciuta
scorre nelle vene.

La strada per la libertà
è un nodo ben stretto
che sciogli con pazienza
tra sogni e speranze.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Parole sospese

Hai assaggiato le parole
che si allontanano troppo in fretta
e che si perdono nella notte.

Difficili da spiegare,
talmente pure
e talmente delicate.

Puoi vederle nascere
ma sussurrandole sfioriranno,
saranno lacrime d’attesa.

Resteranno li con te
e ti parleranno di me
nei giorni più freddi.

Mentre tutto è sospeso,
aspettando che torni il sorriso
a liberarle nel cielo.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Il pensiero

S’innalza silenzioso tutt’intorno,
cattura l’attenzione della mente,
lo senti scivolare nelle strade,
nel passeggiare lento della gente.

Ti sveglia tra le ombre della notte
nascosto dai riflessi della luce,
per sussurrare cose alla coscienza
che tormentata non potrà dormire.

Distratto dal trascorrere del tempo
che ride dei progetti che facciamo,
dà forma e dimensione al nostro mondo
svelando a tutti quanti cosa siamo.

Ti mostra il suo incantevole disegno
di affascinanti storie da sognare,
lo sfiori con le labbra e con la penna
strumenti che lo rendono immortale.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Al di là del vetro

Cosa succede alle nostre speranze?
Sono legate da sottilissimi illusioni.
Ciò che appare è un riflesso
e non la sostanza delle cose.

Stendi la tua mano ora e cerca di toccarle.
Sentirai il freddo della realtà
che si stende infinita davanti a te,
dura e trasparente.

Cosa succede alle nostre speranze?
Si formano proprio davanti ai nostri occhi
in una dimensione infinita
che si perde all’orizzonte nel tempo.

Appoggia la tua mano proprio li,
puoi sentire il freddo gelare ogni entusiasmo,
mentre osservi ogni “se potessi” cristallizzarsi.
Ciò che siamo non assomiglia mai a ciò che vorremmo essere.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Il senso della vita

Disegneremo emozioni
per farle vivere nel cuore di qualcuno.
Proprio quando non c’è niente
stringiamo tra i denti il nostro futuro.

Nascondiamo segretamente certi dolori
che si muovono dentro di noi senza meta.
Vengono spesso a ricordarci chi siamo
sciogliendo i nodi creati dal tempo.

E sarà li che coglieremo il senso
sarà li che capiremo il senso della vita.

E le lacrime che spesso ci custodiscono
sanno bene cosa diventeranno le nostre paure.
Sanno bene che domani saremo più forti
mentre il tempo ci guarderà con ammirazione.

Le mani tremanti finalmente si apriranno
lasceranno volare via tutti i sogni.
E sarà li che coglieremo il senso
sarà li che capiremo il senso della vita.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Ciò che viene

So cosa si nasconde dietro quel sorriso,
sorriso che mi sfiora come una carezza,
leggero come la neve
che vola senza ali.

Nessuna mano lo potrà mai afferrare,
ora che tutto ha colori così diversi,
colori diversi
e ogni cosa ha un sapore nuovo.

Ho atteso con pazienza il tuo arrivo.
Com’è possibile,
com’è possibile catturare
una così grande emozione?

Perché renderla eterna?
Sarebbe come una pianta,
una pianta
a cui vengono tagliate le radici.

Non se ne coglierebbe,
non se ne coglierebbe più,
non se ne coglierebbe più
la reale bellezza.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Fa male

Le luci della città
si sono perse nel blu,
brillano sopra di noi quelle stelle lontane

In questa notte vorrei
perdermi dentro di te,
dentro quegli occhi che brillano come scintille

E andare
dove il respiro si confonde,
dove si formano le onde
della passione che nasce
dentro noi.

Fa male
questa prigione senza sbarre,
senza pareti ne catene,
fatta di sguardi
e di fantasia.

Vorrei fermarlo così
il tempo che se ne va,
non  torneranno mai più i sogni svaniti.

Il sentimento lo sai
no non si fermerà mai,
supererà la realtà contro ogni ragione.

Volando
dove il respiro si confonde,
dove si formano le onde,
della passione che nasce
dentro noi.

Fa male
questa prigione senza sbarre,
senza pareti ne catene,
fatta di sguardi
e di fantasia.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.