Come i boschi, come i laghi.

Si svegliano pian piano
le stanze illuminate,
la luce accende il buio
padrone della notte.

Svaniscono nel nulla
i sogni senza fine,
i sogni senza gloria
e quelli da capire.

Con gli occhi ancora incerti
di chi non sa dov’è
ritrovi le ragioni
e tutti i tuoi perché.

Noi siamo come i boschi
oscuri e misteriosi,
noi siamo come i laghi
profondi e silenziosi.

I volti della gente
le mani nelle tasche,
il passo tuo deciso
assorto nella mente.

Il tempo passa in fretta
tra sguardi sconosciuti,
nei soliti dettagli
dei luoghi frequentati.

Schiviamo quel vociare
di troppe labbra spente,
decisi contro il vento
testardi come sempre.

Noi siamo come i boschi
oscuri e misteriosi,
noi siamo come i laghi
profondi e silenziosi.

Copyright © 2020 Samuele Villini.
Tutti i diritti riservati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: